• Konsumer Italia: bene la guida semplificata a Solvency II di IVASS

    • 25/11/2016

    Fabrizio Premuti “La sinergia con l’Ivass rafforza la tutela dei consumatori-assicurati” 

    Konsumer Italia esprime apprezzamento per il lavoro svolto dall’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni - Ivass nell’elaborare una guida semplificata alla comprensione della normativa Solvency II entrata in vigore lo scorso gennaio 2016.

    “Siamo consapevoli dell’importanza di questa norma che impone alle compagnie di assicurazione di rispondere a nuovi e più impegnativi requisiti di solvibilità, tesi a garantire il rispetto degli impegni che le imprese assumono con il consumatore assicurato nel momento in cui viene sottoscritta la polizza, mettendo al riparo l’assicurato da eventuali rischi legati ad una insufficienza delle riserve accantonate” commenta Fabrizio Premuti, presidente Konsumer “Ma siamo altrettanto consapevoli della sua complessità e della difficoltà nel trasferirne contenuti e positività ai non addetti ai lavori. Pertanto condividiamo questo impegno assunto da Ivass verso una maggiore vicinanza ai cittadini e verso la diffusione della cultura assicurativa”.

    Konsumer Italia accoglie con soddisfazione il riconoscimento che il presidente Salvatore Rossi ha attribuito – durante la presentazione della Guida, lo scorso 23 novembre – alle associazioni dei consumatori quali interlocutori naturali nei rapporti tra l’Authority ed i cittadini-assicurati “Siamo convinti che un sempre maggiore dialogo sinergico tra l’Ivass e la realtà consumeristica italiana possa rappresentare una grande leva nella tutela dei consumatori, veri destinatari di Solvency II e di tutte le normative che regolano il settore assicurativo” conclude Premuti.

     

    25 novembre 2016

    Continua...
  • Attenzione alle truffe online nel periodo natalizio

    • 22/11/2016

    Attenzione alle truffe on line nel periodo natalizio!

    Parla il vice presidente Antonio Caricato “Ecco qualche consiglio per ridurre i rischi” 

    Come di consueto, gli esperti di sicurezza informatica hanno previsto prossimamente un forte aumento dei casi di phishing  ed altre tipologie di attacchi informatici.
    Iniziando dal cosiddetto Black Friday e proseguendo con il Cyber Monday, fino a Natale, l’esperienza degli scorsi anni mostra, infatti, che il periodo legato alle festività natalizie tende ad essere caratterizzato dalla maggiore vulnerabilità dei consumatori, più sensibili alle numerose offerte alle quali è difficile resistere e più disponibili del solito a spendere in regali per se stessi, per amici e parenti.

    “In questo periodo dell’anno siamo tutti un po’ meno cauti – avvisa Antonio Caricato, vice presidente di Konsumer Italia – ma non dobbiamo dimenticare che non siamo i soli ad attendere con ansia i saldi in arrivo on line. Mentre i venditori si preparano per rispondere al boom di visitatori ed i gestori delle infrastrutture finanziarie, banche e sistemi di pagamento, si preparano all’atteso aumento del numero e del valore delle transazioni, anche i cyber-criminali  affilano le loro armi, adoperandosi per trovare sistemi per bypassare gli accorgimenti di protezione”.

    I consumatori, insomma, non sono gli unici a trarre vantaggio dall’e-commerce.
        
    Se è estremamente facile e comodo fare acquisti on line anche con uno smartphone, è altrettanto facile “hackerare” questi dispositivi e carpire le credenziali bancarie e/o le informazioni personali. “La situazione è complessa, soprattutto perché gli utenti non conoscono le misure di sicurezza: sappiamo tutti quanto sia facile scaricare e comprare un’app per i nostri dispositivi, ma sappiamo poco delle precauzioni da prendere quando usiamo anche i dispositivi mobili per realizzare acquisti” osserva Caricato. 
        
    Eliminare completamente i rischi di un attacco è impossibile, tuttavia si possono ridurre. Konsumer Italia invita i consumatori a prestare particolare attenzione alle modalità e tecniche usate dai malintenzionati del web per rubare i dati: trojan allegati alle mail contenenti auguri, buoni sconto, notifiche di consegna spedizioni o messaggi pubblicitari; phishing telematico o telefonico; utilizzo del wi-fi gratuito in aree pubbliche; app da scaricare tramite cui vengono rubati i dati personali. 

    E dunque, attenzione a:

    Messaggi di augurio
    A tutti piacciono i  biglietti di auguri natalizi, soprattutto quelli simpatici, divertenti o animati. Spesso però questi biglietti contengono un Trojan: una mail che sembra normale, inviata da un noto rivenditore on line (Amazon, Ebay….) contiene nel testo del messaggio l’invito a scaricare un allegato, che a prima vista sembra sicuro ed affidabile. In realtà è un “cavallo di Troia”, che infetta il vostro pc/smartphone e si nasconde fino a quando non inserite le vostre credenziali di banca online. A quel punto apparirà una schermata dove vi viene chiesto di verificare ed aggiornare i vostri dati. Se lo farete, i criminali avranno pieno accesso ai vostri dati… con le conseguenze intuibili.
    Buoni sconto e chiavette usb
    Molte delle promozioni che si ricevono (offerte da compagnie aeree, famosi shop online correntemente utilizzati per gli acquisti etc.), a prima vista autentiche,  potrebbero rivelarsi pericolose e contenere un software dannoso in allegato. Persino una chiavetta usb ricevuta in regalo da un amico e comprata in un normale centro commerciale, potrebbe contenere una simile sorpresa.

    Wi-fi nei luoghi pubblici
    È ormai nota la facilità con la quale i criminali informatici possono avere accesso alla casella di posta elettronica personale, agli account dei siti di commercio elettronico o scoprire le vostre credenziali di banca online quando siete connessi ad una rete wi-fi pubblica. Evitate quindi, se possibile, di utilizzare queste reti pubbliche se non conoscete il loro gestore. E se proprio dovete farlo, create prima un account “civetta” da usare solo una volta.

    Notifiche di consegna
    Durante il periodo delle festività la possibilità di ricevere email che notificano spedizioni è più elevato del solito. Sebbene il malware sia un pericolo costante, poiché durante le feste aumentano gli acquisti online, i consumatori sono più propensi ad aprire la notifica di una consegna, ritenendola autentica.

    Pubblicità
    Nel periodo festivo tutti sono alla ricerca dei migliori affari. Bisogna tenere gli occhi aperti  quando si fa shopping online per acquistare i prodotti più ambiti della stagione. Link pericolosi, concorsi fasulli sui social media e tessere regalo contraffatte sono solo alcuni dei modi con cui i truffatori cercano di impossessarsi delle informazioni personali e rovinare la lieta atmosfera natalizia.

    App
    Ogni giorno, grazie al costante sviluppo delle tecnologie, vengono create nuove app per dispositivi Android e iOS per qualsiasi finalità o utilizzo (dalla domotica all’utilizzo dei social o di chat). Anche le app festive o che sembrano ufficiali potrebbero essere pericolose e accedere alle tue informazioni personali.

    Telefonate da parte di “banche”
    Quando le spese nel periodo festivo aumentano e i consumatori sono a conoscenza dei possibili abusi ai loro conti bancari e carte di credito, gli hacker sono pronti ad sfruttare la situazione come opportunità. Può capitare quindi di ricevere una telefonata o una mail fasulla da una falsa banca, con la quale si viene avvertiti che il proprio conto  è stato compromesso e durante la quale vengono richieste informazioni personali – tra cui la password del conto – per “ripristinare il servizio”.

    Prelievi al bancomat
    Durante le festività si ha spesso bisogno di denaro contante e, di solito, in fretta. I criminali aumentano in questo periodo l’utilizzo degli “skimmer” per cercare di carpire i dati dalla banda magnetica della carta, o utilizzando una videocamera o un rivestimento sul tastierino per acquisire il codice PIN. Controllare quindi sempre il terminale e cercate di coprire la tastiera quando viene inserito il  PIN.

    “Sfortunatamente ci sono alcune truffe dalle quali è impossibile difendersi, come per esempio il malware che colpisce i punti vendita e che porta alla violazione delle informazioni delle carte di credito. Controllate quindi costantemente i movimenti della vostra carta di credito ma, soprattutto, mantenetevi sempre aggiornati ed informati e siate cauti. È l’unico modo per proteggervi” conclude Antonio Caricato.

    Continua...
  • Konsumer Italia e Regione Lazio: il turismo ecosostenibile è una realtà

    • 09/11/2016

    Grande convegno a Roma per chiudere il progetto
    “Stradafacendo… Stradagustando”: enogastronomia di eccellenza, nel totale rispetto dei territori
    Premuti “Così abbiamo fatto riscoprire un patrimonio dimenticato”

    Continua...
  • Konsumer Italia dice “Basta!” alla speculazione sui malati a 4 zampe

    • 29/07/2016

    Farmaci veterinari: stessi principi attivi di quelli umani, prezzi totalmente diversi. L’Associazione chiede l’intervento del Ministero della Salute

    Assurda quella che sembra essere una vera  e propria

    Continua...
  • Canone Rai: I Consumatori, Aeci e Konsumer non ci stanno

    • 29/07/2016

    Carlo Pileri “È triplicato il gettito per un servizio pubblico che fa spot commerciali e di cui in molte aree d’Italia non si può fruire”
    Troppo farraginosa la richiesto di esonero dal pagamento

    È stato triplicato il gettito per una Rai che fa pubblicità come

    Continua...