• Rete Consumatori Lazio, l'intervento di Fabrizio Santori

    • 27/01/2017

    Fabrizio Santori plaude all’iniziativa Rete Consumatori Lazio “L’eccessiva frammentazione rende difficile raggiungere gli obiettivi”

    Fabrizio Santori, consigliere regionale FDL ritiene “fondamentali” le associazioni dei consumatori per la tutela dei cittadini. L’eccessiva frammentazione delle rappresentanze consumeristiche, tuttavia, rende spesso difficile il raggiungimento degli obiettivi che si propongono. I cittadini sono spesso abbandonati dalle istituzioni e la politica è carente nel dialogo e le associazioni di consumatori sono lo strumento per scardinare determinati meccanismi dannosi per le persone. Massimo sostegno, dunque alle realtà del Lazio che hanno deciso per una strada di coesione da parte di chi – insieme al Movimento 5 Stelle – si è fatto promotore nel 2014 di una proposta di legge (che ancora sta seguendo il suo iter) proprio a supporto di una minore disgregazione del mondo consumeristico, valorizzando quelle associazioni che faticosamente cercano di dare un reale contributo di tutela della cittadinanza. “Una unione di associazioni come questa sicuramente aiuta la politica ed il confronto diretto. Da parte mia ci saranno sempre ascolto ed attenzione” ha concluso Santori.

    Continua...
  • Ho scelto Konsumer per stare vicino agli

    • 28/06/2016

    Geremia Mancini, nuovo presidente di Konsumer Abruzzo, si racconta: serve un nuovo Umanesimo sociale

    Di Alessandra Schofield


    Geremia Mancini è il nuovo presidente di Konsumer Abruzzo. Il prossimo sabato debutterà ufficialmente in conferenza stampa, ma nel frattempo lo abbiamo intervistato per conoscerlo meglio.
    Nato a Manoppello, in provincia di Pescara, sessantuno anni fa, Geremia Mancini è oggi un dipendente pubblico. In passato Consigliere Comunale e Provinciale di Pescara, vanta una lunga esperienza sindacale: entrato giovanissimo – negli anni ’70 – in Cisnal, poi divenuta Ugl, vi ha ricoperto infatti praticamente tutti gli incarichi incluso, da ultimo, quello di Segretario Generale. Incuriositi, gli abbiamo domandato da dove sia scaturita la voglia di attivarsi nel consumerismo. La risposta è stata sorprendente.

    Sig. Mancini, cosa l’ha spinta ad impegnarsi in Konsumer?
    Lasciato il Sindacato ho fondato, insieme ad un gruppo di amici, una associazione culturale “Ambasciatori della fame”, con la quale ci impegniamo a tutelare la memoria storica della nostra Regione attraverso la valorizzazione di eventi e uomini che l’hanno onorata. Ma mi manca, mi viene anche richiesto, di tornare ad offrire ancora un contributo per l’oggi. Un oggi fatto di tante difficoltà, soprattutto per gli “ultimi”. E allora credo che miglior strumento non può che essere una Associazione di Consumatori. Da qui il mio arrivo in Konsumer. E ringrazio il Presidente Fabrizio Premuti per avermi consentito questa scelta.


    Da quanto ha potuto osservare, finora qual è stata la risposta dei cittadini del suo territorio alle attività di Konsumer?
    In realtà, credo sia l’organizzazione che deve andare incontro alle esigenze dei cittadini. Cercando di farli sentire comunità e non già, come oggi accade – penso per volere dei manovratori – dei singoli accompagnati solo dalle loro difficoltà. Konsumer, almeno questo è il mio sogno, dovrebbe essere visto come un riferimento costante, forte e puntuale per chiunque ha legittimi diritti di cui si vede privato.


    Quali sono le problematiche più urgenti e di interesse consumeristico dell'area di Pescara e della Regione?
    Quelle dell’Abruzzo non si discostano da quelle delle altre Regioni: prezzi fuori controllo, qualità dei prodotti a volte incerta e qualità dei servizi molte volte lontana dalla sufficienza.


    Più in generale, sta emergendo in tutta la sua imponenza lo scandalo legato alla vendita di olio di oliva non ev, sebbene etichettato come tale; nove le etichette segnalate da Konsumer all’Antitrust, che ha già comminato la prima sanzione. Perché è così importante tutelare la qualità?
    Ad avvicinarmi a Konsumer è stata proprio la vicenda legata all’olio d’oliva. L’Abruzzo è una regione con un grande e ottimo olio che può, deve, essere solo una ricchezza. Difenderne la qualità è un responsabile impegno. Ma vale anche per altri cibi.


    In merito alle politiche finanziarie intraprese in successione dagli ultimi governi in tema di welfare, occupazione, sanità, servizi, cosa ritiene non sia stato affrontato e cosa invece non è stato affrontato nel modo giusto?
    La nostra nazione ha conosciuto, secondo me, un colpevole e incredibile regresso. Lo Stato sociale è stato “picconato”. Una sanità a “macchia di leopardo” non trova ragion d’essere. Ogni Italiano merita di essere curato allo stesso modo che sia veneto, siciliano o abruzzese. Ma una battaglia che mi piacerebbe fare, sperando che Konsumer la condivida, è sulle pensioni. Trovo vergognoso, inattuale e dannoso che si voglia far continuare a lavorare i “nonni” tenendo fuori dal mercato occupazionale i loro “nipoti”. Folle. Esistono possibilità alternative, attuabili e sostenibili. Ho un progetto nel cassetto che, sempre secondo me, merita attenzione.


    Ritiene affidabili i lievissimi segnali di ripresa economica italiana nel 2016 (dati Ocse +1% Pil +1,1% crescita occupazione)? Qual è, e quale sarà nel prossimo futuro la situazione delle famiglie italiane?
    Se non si riduce la forbice tra chi ha troppo e chi ha troppo poco il paese ha un futuro gramo. La famosa “classe media” è stata fatta forzatamente migrare verso quella dei poveri. Una inversione di tendenza va fatta ed immediatamente. Bisogna riscrivere regole. Occorre un nuovo “Umanesimo sociale”.


    Tornando a Konsumer: che messaggio vuole lanciare a tutti i cittadini-consumatori?
    Credere che è proprio dalla tutela, dall’organizzazione e dalla chiarezza dei consumi che si deve partire, per migliorare poi tutto il resto.


    Che consiglio può dare a chi volesse impegnarsi con Konsumer?
    Il consiglio lo do prima di tutto a me stesso. Pensare agli altri con lo stesso spirito con cui si pensa a se stessi. Questo perché nessun cittadino, e quindi nessun consumatore, deve trovarsi penalizzato rispetto a forzature e brutture spesso alimentate da poteri che ne traggono un illegittimo profitto.

    Continua...
  • PRIVACY, Konsumer apprezza il nuovo Regolamento Ue

    • 01/06/2016

    Privacy: nuove regole e nuovi poteri alle associazioni consumeristiche
    Fabrizio Premuti “Avremo un legittimo potere di rappresentanza degli interessi dei consumatori. Konsumer Italia sarà in prima fila per tutelare i diritti dei cittadini e proporre best practice in materia di protezione dei dati

    Konsumer Italia esprime il proprio apprezzamento per il nuovo Regolamento Ue 2016/679 sulla protezione dei dati personali, pubblicato lo scorso 24 maggio. Le nuove disposizioni, che andranno ovviamente a modificare l’attuale e vigente Codice in materia di dati personali, obbligano tutte le imprese di ogni settore merceologico a dotarsi di adeguati presidi organizzativi interni, al fine di prevenire violazioni della privacy.

    Grande la soddisfazione in Konsumer Italia. “La normativa, che dovrà essere recepita entro e non oltre il 25 maggio 2018 da ogni Stato membro, aumenta le tutele nei confronti di imprese e consumatori che siano stati lesi da violazioni della loro privacy, riconoscendone espressamente il diritto ad ottenere un adeguato risarcimento del danno eventualmente subito, e questo è già un aspetto importante” spiega Fabrizio Premuti, presidente dell’associazione consumeristica “Ma è particolarmente significativo soprattutto il maggior potere riconosciuto alle rappresentanze dei consumatori”.

    Infatti l’art. 80 “Rappresentanza degli interessati” afferma che il soggetto il quale si ritenga leso ha il diritto di dare mandato a un organismo, un'organizzazione o un'associazione senza scopo di lucro – debitamente costituiti secondo il diritto di uno Stato membro, i cui obiettivi statutari siano di pubblico interesse e che siano attivi nel settore della protezione dei diritti e delle libertà degli interessati con riguardo alla protezione dei dati personali – di proporre il reclamo e di esercitare per suo conto i diritti riconosciuti dal Regolamento, nonché il diritto di ottenere il risarcimento del danno subito.

    “Non solo – prosegue Premuti – La norma prevede per gli Stati membri la possibilità che un organismo, organizzazione o associazione, indipendentemente da un espresso mandato conferito dall'interessato, abbia il diritto di proporre un reclamo all'autorità di controllo competente, qualora ritenga che i diritti di cui un interessato gode secondo il nuovo Regolamento siano stati violati in seguito al trattamento”. Pertanto, alle associazioni dei consumatori è riconosciuto espressamente un legittimo potere di rappresentanza degli interessi dei consumatori.

    “Konsumer Italia non solo sarà in prima fila per la tutela di tali diritti ed interessi, ma si propone come Entità capace, con le sue professionalità, di ricercare e proporre delle Best Practice in materia di tutela della privacy, per realizzare forme di “moral suasion” nei confronti di tutte le imprese di servizio, specialmente nel campo del settore energetico, della telefonia ed in generale del terzo settore” conclude Fabrizio Premuti.


    Roma, 1 giugno 2016

    Continua...
  • Regione Lazio, varata la nuova legge sulle Associazioni Consumatori

    • 26/05/2016

    Dopo mesi di gestazione oggi è stata finalmente promulgata la nuova legge per il riconoscimento delle Associazioni di Consumatori nella Regione Lazio che sostituisce la legge 44/92 ormai vetusta e poco rispondente alle caratteristiche delle moderne Associazioni di tutela dei Consumatori, soprattutto, alla complessità delle tematiche che riguardano la tutela dei diritti degli utenti e dei consumatori.
    In questi mesi intensi i rappresentanti di A.E.C.I. (Ivan Marinelli) e Konsumer (Fabrizio Premuti) si sono impegnati per contribuire alla trascrittura di una legge che rispettasse, innanzitutto, le caratteristiche sposate dalla Comunità Europea anche considerando le specificità che si richiedono in tema di indipendenza, di conoscenza, di autorevolezza a soggetti che non possono essere autoreferenziali ma devono essere specchio della società con grande capacità di proposta ed interlocuzione a 360 gradi. Il risultato ottenuto è di grande soddisfazione.
    La legge appena promulgata da risalto all’attività di rilievo europeo ed internazionale, alla Comunità Europea il ruolo di guida aprendosi alla cooperazione sovranazionale anche in ambito progettuale. Il Lazio si riconferma Regione guida nel riconoscere l'importanza della rappresentanza dei consumatori come soggetto Istituzionale, di consultazione, in grado di coadiuvare con i propri pareri alla stesura e promulgazione di norme che interessano milioni di persone, in quello spirito di tutela collettiva che è proprio delle democrazie più evolute. Un esempio da seguire e di cui Konsumer Italia ed A.e.c.i. Lazio si faranno portavoce in tutte le altre Regioni.
    Soprattutto una legge moderna che premia le associazioni di consumatori indipendenti da Partiti e Sindacati vietandone l’eventuale coabitazione tra soggetti che per propria scelta e volontà si dedicano ad ambiti di rappresentanza diversi e non sovrapponibili.
    A.E.C.I LAZIO e Konsumer esprimono dunque grande soddisfazione per il lavoro svolto in questi mesi dall'intero Consiglio Regionale e ringraziano, per il prezioso e convinto contributo dato alla realizzazione, il Presidente Commissione Affari comunitari e internazionali, cooperazione tra i popoli e tutela dei consumatori Piero Petrassi.

     

    Continua...
  • L’informazione al servizio del consumatore

    • 16/06/2015

    Inchiesta sul TTIP e analisi sui croccantini per gatti nel prossimo numero de il Test

    Continua...