Palermo, una 3 giorni sull'alimentazione e sulla sicurezza degli alimenti

  • 02/07/2018

Konsumer vola a Palermo per partecipare al Convegno della Provincia Regionale sull’Agroalimentare

"La promozione del cibo di qualità e l'educazione alimentare come fattori strategici di sviluppo socio-economico e culturale dei territori" il titolo completo dell'iniziativa.

Il 29 e 30 giugno ed il 1° luglio a Palermo si sono riunte istituzioni, professori, imprenditori e professionisti del settore agricolo e alimentare per parlare di cibo di qualità ed educazione alimentare: Konsumer Italia era tra loro grazie all'invito ricevuto dalla Provincia Regionale; che ringraziamo ricordando la splendida accoglienza e l'ottima organizzazione.

La dottoressa Eleonora Cimarelli, esperta di Sicurezza Alimentare e Nutrizione di Konsumer Italia, ha partecipato al tavolo dei lavori che si sono tenuti nella sala Martorana di Palazzo Comitini a Palermo. L’evento, denominato “La promozione del cibo di qualità e l’educazione alimentare come fattori strategici di sviluppo socio-economico e culturale dei territori”, è stato aperto dal prof. Leoluca Orlando, sindaco della città metropolitana di Palermo e dalla dott.ssa Beatrice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

Il prof. Orlando ci ha tenuto a sottolineare che il senso dell’iniziativa è quella di rendere l’Unione Europea feriale e non una realtà domenicale, che faccia parte della vita della gente.

“Dopo la seconda guerra mondiale, i padri fondatori, hanno deciso di costruire una dimensione comunitaria che consentisse agli Stati di esprimere al meglio le loro potenzialità” e aggiunge, “fintanto che l’Unione Europea si occupa della moneta, non entra nella vita della gente, o meglio entra nella vita della gente che subisce l’Unione Europea”, a sottolineare che la chiave per entrare nel cuore dei cittadini italiani e comunitari sia rappresentata dalla percezione di vicinanza e non di ostacolo, di occasione di crescita e non di imposizione. “Noi stiamo cercando di condividere un linguaggio europeo, non di unificare le posizioni”.

Le parole di Orlando sono positive, profonde, piene di speranza e cultura, indirizzate sia alla città di Palermo che ai giovani che si affacciano alla vita comunitaria attraverso lo studio ed il lavoro; sono condivise e rafforzate dalla dottoressa Beatrice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: “Con la città di Palermo non ho un’ottima collaborazione, ma una relazione profonda di amicizia, stima e appartenenza”, e aggiunge, “dobbiamo tornare a guardare le nostre radici, lasciarci stupire dalle bellezze che ci circondano e ritrovare in questo la nostra ragione d’essere”. Infatti è il secondo anno consecutivo che Palermo ospita questo importante appuntamento alla presenza della rappresentanza in Italia del Parlamento Europeo

L’apertura dei lavori è emozionante ed è seguita dal talk show al quale partecipano numerosi esperti del settore alimentare, moderato da Marco Sabellico, autorevole giornalista del “Gambero Rosso”.

A Konsumer Italia, ed alla Dott.ssa Eleonora Cimarelli che qui rappresenta l'associazione, il compito di intervenire parlando di sicurezza alimentare, in particolare  del rischio di intossicazioni associato al consumo di prodotti ittici.

Sul tema regna confusione a partire dalla nomenclatura: la distinzione tra infezioni, intossicazioni e tossinfezioni è infatti sostanziale, a seconda che si ingeriscano microrganismi, tossine o entrambi; la scelta di questo tema non è casuale, nella stagione estiva il tasso di intossicazioni da prodotti ittici aumenta in maniera esponenziale a causa delle elevate temperature che affliggono le materie prime vendute nei mercati; la più diffusa intossicazione da tonno è denominata “Sindrome Sgombroide” ed è causata dall’interruzione della catena del freddo che dovrebbe essere mantenuta in fase di trasporto e lavorazione. Nelle prime ore che seguono la pesca infatti, l’istidina naturalmente presente nel tonno è trasformata con le alte temperature in istamina, che scatena nell’individuo che ingerisce il prodotto una manifestazione di tipo allergico, caratterizzata da gonfiori e disturbi gastro-intestinali.

La prevenzione è d’obbligo da parte degli operatori e dei consumatori che devono avere l’accortezza di mantenere le temperature entro i 3,3°C.

La partecipazione a questo confronto conferma l’impegno di Konsumer Italia nella tutela dei consumatori,  attraverso i nostri esperti forniamo un servizio di informazione nel settore della sicurezza alimentare e della nutrizione in collaborazione con le massime autorità regionali ed europee, la naturale prosecuzione del progetto Agricercando, sviluppato nella Regione Lazio, vede così l'associazione impegnata e gratificata. 

Grazie Palermo