Roma - Scontro Metro B, perché non c’è il Sistema Driverless?

  • 05/06/2015

Strage sfiorata e sicurezza a rischio quando l’automazione viaggia sulla Linea C


“Solo” 21 feriti (due con fratture serie) e strage sfiorata. Con questo bilancio si chiude la mattinata di terrore vissuta da centinaia di romani presenti sui due treni della metro che si sono tamponati nei pressi della fermata Eur Palasport, sulla Linea B in direzione Laurentina.

«Viaggiavano sullo stesso binario ? ha affermato l'assessore ai Trasporti di Roma, Guido Improta ? Sicuramente c'è stato un errore umano, il treno che seguiva non ha rispettato i segnali luminosi e i limiti di velocità». Ma il presidente di Konsumer Italia Fabrizio Premuti non ci sta: «Ma come, a Roma abbiamo la metro C che utilizza il Sistema Driverless, ovvero senza guidatore a bordo, ed ora si parla di errore umano del conducente? Cosa ci vuole ad inserire un meccanismo di rilevamento a distanza?». In effetti la Linea C, aperta pochi mesi fa e ancora sottoutilizzata, presenta un “Sistema di Automazione Integrale – si legge sul sito di Metro C Spa ? che consente di gestire una linea metropolitana in modo completamente automatico, garantendo con il massimo dell’efficienza la marcia dei treni e la loro sicurezza in tutti gli aspetti: ad esempio il ‘distanziamento’ fra un convoglio e l’altro per evitare collisioni”.

Proprio ciò che è mancato stamattina sulla Linea B, ben più frequentata ma molto meno sicura: «Sono incidenti che oramai non dovrebbero più avvenire – prosegue Premuti – il problema della sicurezza nel trasporto pubblico romano è serio ed allarmante. Konsumer Italia fornirà la massima assistenza a tutti i cittadini che abbiano riportato traumi e disagi; allo stesso tempo mettiamo in campo le nostre forze per monitorare la situazione del trasporto pubblico della Capitale. Non possiamo permetterci di mettere in pericolo la vita delle persone, solamente il caso ha evitato danni più gravi dato che l’incidente è avvenuto in una parte di galleria antecedente alla stazione».

Chiunque voglia ottenere l’assistenza legale nell’azione risarcitoria può contattare Konsumer ad info@konsumer.it.

 

Andrea Scandura

ufficio.stampa@konsumer.it