L’apparecchio Telecom? È per sempre...

  • 01/06/2015

Il noleggio del telefono è per tutta la vita: come un diamante!


Il noleggio dell’apparecchio telefonico Telecom? È per tutta la vita. Come un diamante. A meno che il cliente non se ne accorga e chieda di non pagarlo più.


È solo l’ultima delle pratiche “border line” di gestori telefonici che, probabilmente per recuperare margini in momenti di crisi, adottano furbizie che bene fa Fabrizio Premuti a definire spudorate. Peccato che con la crisi il caso segnalato dal lettore di Test c’entrasse davvero poco. Oliviero Verga, così si chiama chi ci ha voluto scrivere, esaminando la bolletta dello zio ha infatti scoperto che il parente pagava il noleggio dell’apparecchio telefonico per lo meno dal 1987. Almeno da quella data, perché lo zio era subentrato in un contratto con Telecom fatto in precedenza.


Contattando il 187, ci ha spiegato Oliviero, si è sentito rispondere che se la linea avesse avuto più di 10 anni, sarebbe stato possibile procedere immediatamente alla cancellazione di tale “servizio”. Inevitabile la domanda del consumatore: “Al netto dei 10 anni di noleggio (che bastano e avanzano per strapagare un apparecchio telefonico vecchio tipo, tastiera e cornetta) mi piacerebbe sapere: se dovessi chiedere un rimborso degli anni eccedenti i 10, legalmente sarebbe possibile?”.


Domanda legittima, se non che, come ci ha spiegato Valentina Masciari responsabile telefonia di Konsumer Italia, in questo caso il noleggio, come previsto da contratto Telecom, ha durata di tre anni (non dieci), quindi il canone per il noleggio dell’apparato, dopo tale termine avrebbe dovuto cessare.


Dato che sono i particolari, in questi casi, a fare la differenza, non vi sarà sfuggito il condizionale. E difatti a guardare bene le condizioni di contratto si scopre che l’addebito non smette di comparire in bolletta in modo automatico da parte di Telecom ma solo su richiesta dell’interessato. Dunque il nostro lettore ha pagato per anni un noleggio che poteva evitare. E con lui chissà quanti Italiani continuano a regalare a Telecom 4,13 euro + Iva ogni bimestre.


Konsumer Italia ha già predisposto la segnalazione all'AGCM per pratica commerciale scorretta, ci ha detto da subito Premuti. Da parte nostra – oltre a mettere sull’avviso tutti gli utenti – ancora una volta ci viene spontanea una domanda: ma l’Autorità di settore (l’Agcom) non dovrebbe intervenire per evitare queste rendite di posizione tanto ingiuste da apparire (e non solo al presidente di Konsumer Italia) come spudorate?

 

Riccardo Quintili

Direttore de Il Test