Anatocismo, le banche potrebbero risarcire 2 miliardi di euro

Il lupo perde il pelo (a volte) ma non il vizio Il lupo perde il pelo (a volte) ma non il vizio. E le banche non hanno di certo smesso di praticare quel meccanismo tanto odioso quanto illegale che è l’anatocismo, ossia il calcolo degli interessi sugli interessi applicati agli affidamenti e agli scoperti di conto corrente. Un brutto vizio duro a morire, nonostante sentenze, leggi e giurisprudenza di og...


Konsumer presenta i sondaggi su mutui e coperture assicurative non richieste

Negli ultimi mesi Konsumer Italia ha lanciato due sondaggi fondamentali per i consumatori, i cui risultati sono stati presentati nel corso del Congresso Nazionale da EMFgroup e My Opinion. EMFgroup, società di consulenza di marketing, esperta nel settore assicurativo/bancario, ha sondato la conoscenza degli Italiani in merito ai mutui; mentre a My Opinion, specializzata in indagini di mercato, abbiamo chie...


Sovraindebitamento, sentenza storica? Marco Recchi: “Una goccia in un mare di sofferenza”

Il Tribunale di Busto Arsizio ha recentemente ridotto il debito di una donna nei confronti di Equitalia da 86mila euro a 11mila euro: l’87% in meno, importo individuato in base alle attuali possibilità economiche della debitrice. È stato così applicato, per la prima volta in Lombardia, uno dei primi “Piani del consumatore” in Italia, che ha consentito ad una impiegata in cassa integrazione di risolver...


1 Milione e 300 mila famiglie sono sovraindebitate

Quasi una famiglia su tre risulta aver contratto passività finanziare nell’ultima decade: se nel 2000 i nuclei sovraindebitati erano stimabili in circa 190 mila unità (0,9% del totale), nel 2012 se ne registrano 1 milione e 300 mila (pari al 5,4% del totale) e le proiezioni al 2013 segnalano un peggioramento fino ad un 5,6% di famiglie sovraindebitate. Sono solo alcuni dei dati allarmanti diffusi dalla B...


Bond Argentini – Konsumer Campania ottiene rimborso integrale per 2 suoi assistiti

Con la sentenza n.11922/14, si chiude una amara vicenda che ha visto protagonisti due consumatori-investitori che avevano ben pensato di investire i loro risparmi in titoli obbligazionari. In particolare, gli attori avendo investito  – su proposta dell’istituto di credito -in titoli obbligazionari della Repubblica Argentina, una somma equivalente al loro TFR, hanno vissuto un vero e proprio dissesto fin...