Accordo Acea – Equitalia: vincono i Consumatori!

Equitalia ci ripensa e rinuncia alla riscossione delle bollette insolute dell’acqua di Acea Ato 2 (Lazio Centrale/Roma). Il passo indietro è avvenuto nel giorno in cui il TAR del Lazio, a cui si era rivolta l’Associazione CODICI, ha inviato la comunicazione dell’udienza pubblica di discussione del ricorso, fissata al prossimo 11 marzo. Non è un caso nemmeno che la decisione presa dall’ente di riscossi...


IMU, Terreni agricoli montani: tagliata l’esenzione per 2 mila Comuni. Probabile rinvio del pagamento al 26 gennaio 2015

Nonostante la scadenza del 16 dicembre, il Governo ha rimodulato l’applicazione   dell’esenzione dall’IMU per i terreni agricoli con Decreto Ministeriale datato 28 novembre 2014: «Ed in maniera del tutto anomala – specifica Angelo Carcasole, Responsabile Nazionale del Settore Fisco di KONSUMER ITALIA ? ha allegato il Decreto ad un comunicato stampa del 01 dicembre 2014». Nella sostanza, sono esentat...


IMU, Terreni agricoli: rinviare il pagamento per stabilire le esenzioni

A pochi giorni dalla scadenza del pagamento dell’IMU 2014 (il 16 dicembre), ancora non è stato pubblicato il decreto per l’individuazione dei Comuni a cui si applica l’esenzione (a decorrere dall’anno 2014), “diversificando  tra  terreni  posseduti  da  coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali” (decreto previsto dal secondo comma dell’art. 22 del D.L. 24/04/2014 n. 66 convertit...


TASI a Latina: il doppio della vecchia IMU

Il Comune di Latina, con delibera del Consiglio Comunale n. 75/2014 del 05/09/2014, ha fissato l’aliquota sul tributo della TASI – tassa sui servizi indivisibili – al livello massimo, esonerando gli altri immobili (seconde case ed altro). Per questi ultimi ha riservato la sorpresa dell’IMU. Le norme hanno stabilito la scadenza per il pagamento della prima rata al 16 ottobre 2014, mentre per la seconda r...


TASI, il solito caos. Ma perchè continuare ad essere proprietari?

Al peggio non c’è mai fine, il Governo Renzi ci aveva illuso con promesse di semplificazioni burocratiche e fiscali e invece ci consegna una nuova tassa, la TASI (l’imposta sui servizi indivisibili, che con la Tari e l’Imu ha dato vita  alla IUC-Imposta Unica Comunale), ancora più ingarbugliata, costosa e illogica di quanto fosse la precedente Imu. Sono oltre  5.000 i Comuni che non avevano deliberat...