16Jul2019

Buoni postali fruttiferi: prevale il legittimo affidamento del risparmiatore

L'arbitro bancario e finanziario, collegio di Torino, ha deciso una controversia relativa ad un buono postale fruttifero, motivando il legittimo affidamento del risparmiatore.

Nel caso in questione, il buono recava la stampigliatura buono serie AF mentre poi, risultava apposto un timbro indicante un'altra serie (A1).

In conseguenza di questo vero e proprio pasticcio "creato da Poste Italiane", era stato negato al risparmiatore il rimborso del buono postale e ritenuto il diritto prescritto.

La decisione del collegio di Torino dà invece ragione al risparmiatore, assistito dall'avvocato Massimo Melpignano, responsabile Nazionale Banca e Finanza di Konsumer Italia, accogliendo perfettamente la tesi.

“Il legittimo affidamento posto dal ricorrente sul diritto al rimborso, come risultante dalle indicazioni riportate sul libretto di risparmio da Poste italiane, deve prevalere rispetto ad una diversa volontà di Poste Italiane che non risultava invece dichiarata in maniera comprensibile”- ha dichiarato l’Avv. Melpignano.

Il testo della decisione, depurato dei dati sensibili, è a disposizione al seguente link, affinché i cittadini possano utilizzarlo liberamente per far valere i propri diritti.

https://studiomelpignano.it/wp-content/uploads/2019/07/sentenza-Poste-Italiane.pdf

 

A beneficio di tutti.

Bari, data di invio

                                                                                                                                              Avv. Massimo Melpignano

                                                                                                              Resp. Naz. Banca e finanza di Konsumer italia

 

Info per sigg.ri giornalisti: 328.8412768