27Jan2019

Il Reddito di Cittadinanza... questo sconosciuto

Il reddito di Cittadinanza... questo sconosciuto

 

di Luisa Boi

Si sente parlare spesso del reddito di cittadinanza, ma quanto ne sappiamo?

Nasce come misura di reinserimento nel mondo del lavoro e dovrebbe servire ad integrare i redditi familiari.

Partiamo da chi ne avrebbe diritto, ovvero i cittadini italiano, europei o soggiornanti da lungo tempo nel nostro pese. Occorrono almeno 10 anni, di cui 2 di residenza continuativa.

Un valore ISEE pari o inferiore a 9360.00 EURO

Il valore degli immobili posseduti, escludendo la prima casa, deve essere inferiore a 30 000,00 EURO annui e quello finanziario (es. conti, libretti) non superiore a 6000,00 EURO ovvero, per le famiglie numerose 20.000 EURO. Se invece all’interno del nucleo è presente un disabile, la soglia è aumentata a 255 000,00 Euro.

 

Di seguito alcuni esempi divisi per scaglioni familiari.

esempi di nuclei familiari
nucleo

integrazione 

reddito

contributo

affitto

totale scala
1 componente 500 280 780 1
1 adulto 1 minore 600 280 880 1,2
2 adulti 700 280 980 1,4
1 adulto 2 minori 700 280 980 1,4
2 adulti 1 minore 800 280 1080 1,6
2 adulti 900 280 1180 1,8
1 adulto 3 minori 800 280 1080 1,6
2 adulti 2 minori 900 280 1180 1,8
3 adulti 1 minore 1000 280 1280 2
4 adulti 1050 280 1330 2,1
2 adulti 3 minori 1000 280 1280 2
3 adulti 2 minori 1050 280 1330 2,1
         
pensione di cittadinanza

integrazione 

reddito

contributo

affitto

totale scala
1 adulto > 67 anni senza casa 630 150 780  
2 adulti > 67 anni 882 150 1032 1.4
         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedremo infatti che una famiglia composta da 2 adulti e 1 minore, riceverà 800,00 EUR di contributo per integrare il suo reddito e un importo di 280,00 EURO come contributo fisso per pagare l’affitto.

Quanto durerà il RDC?

Una volta ottenuto il RDC, quest’ultimo resterà attivo per 18 mesi.

Nei primi 12 mesi è prevista la comunicazione della prima offerta di lavoro che non può pervenire da luoghi oltre 100km e 100 minuti di viaggio. La distanza aumenterà fino a 250km dopo il secondo rifiuto. Se anche la terza offerte fosse rifiutata, le successive potrebbero arrivare da tutta Italia. Se dovesse passare un anno dalla prima offerta il limite chilometrico aumenta fino a 250km, da tutta Italia dopo i primi 18 mesi dalla domanda.

Per le famiglie con un disabile a carico o nel nucleo familiare, la proposta non potrà pervenire da datori o realtà oltre 250km.

congruità dell'offerta di lavoro
  prima offerta  seconda offerta terza offerta
nei primi 12 mesi

entro 100 km.

max 100 minuti 

di percorrenza.

entro 250 km

in tutta Italia

250 km nuclei con

disabili

tra il 12° ed il 18° mese entro 250 km entro 250 Km
 

in tutta Italia

250 km nuclei con

disabili

dopo il 18° mese

in tutta Italia

250 km per nuclei con

disabili

 

in tutta Italia

250 km nuclei con

disabili

 

in tutta Italia

250 km nuclei con

disabili

 

Chi avrà il compito di verificare questi requisiti?

L’INPS si occuperà della raccolta delle domande. Lei, come nel caso del REI comunicherà alle Poste italiane di procedere al rilascio di una carta prepagata che avrà dei limiti di spesa. Come quello di non poter essere utilizzata per i giochi d’azzardo.

Una volta ricevuta la carta, si avvierà un processo di inserimento al lavoro attraverso la collaborazione dei Centri per l’Impiego che avvieranno contestualmente un percorso formativo, laddove necessario

Per ogni condizione familiare verrà dunque avviato un progetto Formativo o patto di Lavoro, come nel caso della procedura Rei. Le persone con disabilità pari al 100% e le persone che accudiscono figli minori di 3 anni o persone non autosufficienti, saranno esonerate dalla sottoscrizione del patto lavorativo o di formazione.

 

Quando si viene esclusi dal RDC?

È prevista l’esclusione quando:

  • Non sottoscrive il Patto per il Lavoro o per l’Inclusione sociale;
  • Non partecipa alle iniziative formative e non presenta una giustificazione;
  • Non aderisce ai progetti utili per la comunità predisposti dai Comuni;
  • Rifiuta la terza offerta congrua;
  • Non aggiorna le autorità competenti sulle variazioni del proprio nucleo;
  • Fornisce dati falsi. In questo caso, si rischiano da 2 a 6 anni di carcere.

E le aziende, chi assume?

Incentivi per le aziende che assumeranno. Un esempio fornito da MinLav è il seguente:

Luca riesce a coronare il suo sogno e ad avviare, dopo 10 mesi di fruizione di RdC, una propria attività lavorativa autonoma. In questo caso oltre alle prime 10 mensilità già ricevute,10 x 780 euro = 7.800 euro, riceverà un ulteriore unico bonifico pari a 4.680 euro, ovvero 6x 780 euro.